Inaugurazione sezione Trekking (1a uscita M.Aiona)

Buongiorno a tutti!
Diamo il benvenuto alla neonata sezione TREKKING per Elfo ASD! Finalmente tutti gli amanti della montagna si sentiranno più rappresentati dalla nostra associazione sportiva preferita!
Per inaugurare nel migliore dei modi la sezione abbiamo organizzato un’uscita. 🙂

Passiamo subito al resoconto, la stagione è iniziata con un tour “classico” per gli organizzatori: la salita al monte Aiona dalle pendici del Penna!
Partenza senza paura alle ore 7 dal parcheggio dello stadio, dopo la focaccia (o brioches) di Bosoni siamo davvero pronti per partire verso il complesso Penna/Aiona: l’itinerario prevede di percorrere tutta la val Nure, proseguire fino a Santo Stefano d’Aveto, da lì ad Amborzasco e finalmente alla casermetta della forestale appena prima del passo del Chiodo!

Dopo 2 ore di guida eccoci giunti, parcheggiamo in uno spiazzo, scendiamo dalla macchina e si inizia subito con un bel lastrone di ghiaccio in mezzo alla strada che mi permette di giocare al pattinatore, sciatore e campione di curling nel giro di soli 2 minuti 😀
Riempiamo gli zaini e finalmente siamo pronti, sono le 9:40 e si parte!

[sthumbs=289|288|287|286,144,3,y,center,]

Dopo poco e con poco sforzo siamo al passo dell’Incisa, è da lì che inizia il sentiero che porta al passo della Spingarda e alla vetta del monte Aiona.

La giornata è soleggiata e la montagna innevata da il meglio di sé, a parte la prima frazione di sentiero nel bosco, è un susseguirsi di distese bianche e paesaggi mozzafiato che arrivano fino alle Alpi. L’unico neo sono le ciaspole che ci portiamo negli zaini, la neve è completamente trasformata e quindi dura, potevamo benissimo lasciare il ciaspolame in città!
[sthumbs=291|294|296,144,3,y,center,]
Arrivati alla Spingarda, buttiamo il naso all’insù e guardiamo dal basso la nostra meta 🙂 e non siamo soli, ci sono 2 sciatori e qualche escursionista che sono già in cammino!
Ore 12:15, i nostri eroi sono in cima a 1701 metri! C’è il solito vento stile bora ma la vetta è conquistata, foto di rito e.. non ci vediamo più dalla fame! la fiesta non compare nemmeno nei nostri pensieri, Angelo ha portato i ciccioli 😀
Dopo la scorpacciata scendiamo fino al rifugio di pratomollo dove finalmente si mangia sul serio (il rifugio è chiuso in questo periodo, improvvisiamo un pranzo al sacco dove Roby prese il pane e lo tagliò […])! Finito il pranzo a base di salame, formaggio, vino e vin brulè senza frutta dentro, soddisfiamo la nostra megalomania lasciando la firma dell’avvenuto passaggio, dopodichè ci buttiamo sulla costruzione del tanto desiderato igloo!!
[sthumbs=299|301|304,144,max,y,center,]
La realizzazione procede bene, peccato che il tempo sia tiranno e dobbiamo lasciare l’opera incompiuta! ore 17 e rotti (il nocino della nonna di Roby era buono) ci incamminiamo verso la macchina, scegliendo la strada più lunga ma più facile.. alle 20 siamo alla macchina tra buio e neve che inizia a scendere!!

Breve sosta al bar a Santo Stefano (mentre gli altri si scaldano con the e simili io devo assumere redbull in quantità industriali) per prepararci per il ritorno!

Ore 22 e qualcosa siamo al Christiania a cenare!

Prima gita riuscita per i ragazzi dell’Elfo ASD! Alla prossima!

Guarda tutte le foto!

Per chi fosse interessato all’itinerario e varianti:

http://www.valdaveto.net/documento_261.html

2 commenti


  1. Wow ma Gigi è capace di scrivere e non solo codice …

    Alla prossima avventura 🙂


  2. La prossima volta l’elmetto con la torcia 😐

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.